Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura OristanoCamera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Oristano

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Vai al menu del sito




Commercio

Menu contestuale

Vai su


Contenuti

Il cronotachigrafo digitale

Il cronotachigrafo, come già detto, è un’apparecchiatura che consente il controllo e la registrazione della velocità, dei tempi di guida e di sosta da parte dei conducenti, installati sui veicoli utilizzati  nel trasporto su strada.

Più sicurezza sulle strade, più garanzie per gli autotrasportatori, più efficienza per le imprese del settore e per le autorità deputate al controllo.

A questi obiettivi mira l’introduzione nell’Unione Europea e in Italia della tecnologia digitale per la gestione dei trasporti commerciali su strada. Tali obiettivi sarà possibile raggiungerli con l’unione di due strumenti tecnologicamente all’avanguardia: il cronotachigrafo digitale (ovvero lo strumento da installare sul mezzo di trasporto) e la cosiddetta carta tachigrafica (smart card), una carta a microprocessore personalizzata per le diverse tipologie di utenti.

Il nuovo apparecchio di controllo a funzionamento digitale sostituisce l’attuale strumento a disco cartaceo. Con l’introduzione di questo nuovo sistema viene aumentata sia la sicurezza nella circolazione dei mezzi su strada, sia le condizioni di guida dei conducenti. Si mira pertanto all’armonizzazione delle regole inerenti i tempi di guida e di sosta nonché al controllo del traffico e delle imprese che operano nel settore dei trasporti su strada, favorendo in tal modo la creazione di una concorrenza leale fra le ditte nell’ambito dei trasporti internazionali.

Il cronotachigrafo digitale è un importante contributo per aumentare la sicurezza dei dati rilevati e registrati, nonché per contrastare possibili manipolazioni.

Il controllo dei dati

Collegato in maniera sicura ai sensori di movimento del veicolo, il cronotachigrafo registra nella sua memoria i dati relativi all’uso del veicolo per il periodo di un anno. In particolare vengono rilevati: l’identità del o dei conducenti, i tempi di guida e di riposo, le modalità di guida (singola o in èquipe). L’apparecchio registra inoltre:
 

  • i dati identificativi del veicolo (a vita);
  • la distanza percorsa;
  • le anomalie di funzionamento ed i guasti (per un anno);
  • la velocità tenuta nelle ultime 24 ore di utilizzo del veicolo.


La carta tachigrafica

La carta tachigrafica è il dispositivo che consente l’utilizzo dell’unità veicolare (tachigrafo) nelle sue diverse funzioni. Permette innanzitutto di identificare il soggetto che opera con il tachigrafo, sia esso un conducente, un’autorità di controllo, un’officina di manutenzione (centro tecnico) o un’azienda proprietaria del veicolo. Essa stessa contiene un sistema di conservazione dei dati, relativamente alle operazioni che vengono svolte con il tachigrafo digitale. Esistono quattro tipi di carta, ognuna con una diversa funzione in relazione al soggetto che la deve utilizzare.

Ti è stata utile questa pagina?





Ultima modifica della pagina avvenuta il 11 marzo 2010

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Oristano
Via Carducci, 23/25 - 09170 Oristano
tel. +39 0783 21431 - fax +39 0783 73764
C.F 80030090957 - P.Iva 01083280956
segreteria.generale@or.camcom.it - cciaa@pec.or.camcom.it
IBAN IT32 N083 6217 4000 0000 0033 000 - BIC ICRAITRRA20
C/C postale 19228097

Vai su