Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura OristanoCamera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Oristano

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Vai al menu del sito




Commercio

Menu contestuale

Vai su


Contenuti

Donna e impresa: esperienze e nuove proposte

Donna e Impresa

9 marzo 2010

Le donne devono collaborare tra loro a tutti i livelli per sviluppare azioni positive che consentano di superare le cosiddette differenze di genere. E’ uno dei messaggi lanciato questa mattina a Oristano nel convegno dibattito “Donna e impresa”,  promosso dal Comitato imprenditoria femminile della Camera di commercio. Un’iniziativa fuori dagli schemi, che ha visto anche la partecipazione degli studenti delle quinte classi delle scuole superiori cittadine e che ha proposto la testimonianza efficace e diretta di cinque imprenditrici impegnate in altrettante iniziative: Paola Flore, la cui famiglia gestisce un caseificio a Sedilo; Graziella Tuveri, farmacista,  che a Masullas ha dato vita a un’impresa impegnata nel settore dei cosmetici; e ancora Franca Carta, tessitrice di Samugheo, Bruna Pasquini, coinvolta a Oristano nell’azienda di termoidraulica fondata dal padre, e Clara Castroreale,  che da sola, sempre a Oristano,  ha messo su e gestisce un’agenzia di viaggi. Voci di donne, nel quotidiano dell’impresa, tra i mille problemi di un faticoso lavoro, in uno scenario economico tutt’altro che roseo, è proprio il caso di dire. La presidente della Comitato imprenditoria femminile della Camera di commercio, Graziella Schintu,  ha spiegato infatti come le imprese al femminile siano ancora troppo poche: al 30 giugno 2009 quelle  attive in provincia di Oristano erano 3.155, 62 in meno rispetto al 31 dicembre 2008 e 127 in meno,  rispetto al 30 giugno 2008. Numeri decisamente inferiori se raffrontati anche alle statistiche delle altre province sarde.

Il Comitato, comunque, ha deciso di dare impulso, di impegnarsi con determinazione perché la situazione cambi e in meglio. Ha elaborato quindi un pacchetto di proposte dove trovano spazio diverse azioni di formazione a favore delle imprese femminili e delle imprenditrici: si va dal marketing ai mercati internazionali, dall’agriasilo alle vacanze femminili e al credito.

Il segretario della Camera di commercio di Oristano Enrico Massidda ha annunciato, invece, che già dai prossimi giorni sarà attivo nella sede camerale di via Carducci, lo Sportello per l’imprenditoria femminile. Un’azione significativa che si aggiunge ad altre, sviluppate sul territorio e illustrate nel convegno di questa mattina: l’assessore alle attività produttive del Comune di Oristano, Alessio Putzu, ha parlato, ad esempio, degli strumenti di premialità riservata alle imprese femminili da parte del Comune capoluogo; Sandra Pinna, delegata della Commissione regionale pari opportunità, ha riferito di un progetto sviluppato nel bacino del Mediterraneo; Pupa Tarantini, presidente della Commissione pari opportunità del Comune di Oristano, tra l’altro ha ricordato l’impegno a tutela delle donne,  con lo Sportello antiviolenza, uno dei pochi in Italia.

Iniziative concrete, azioni reali a favore delle donne, le stesse alle quali ha fatto riferimento in un breve saluto anche il prefetto di Oristano Giovanni Russo. Sicuramente esperienze importanti, come quelle delle componenti del Comitato per l’imprenditoria femminile, che hanno voluto presentarsi una per una, dalla vicepresidente Wilda Scanu, a Valentina Cadoni, Cristina Cannas, Anna Maria Fatteri, Sara Pintus, Sandra Pinna, Gabriella Caria - che ha anche presieduto il convegno -, Filomena Sanna e Giuliana Muscas, oltre alla presidente Schintu. Hanno dato una testimonianza, ma soprattutto  invitando all’impegno e alla creatività e rivolgendosi ai numerosi studenti presenti e ai tanti giovani che progettano un futuro, hanno lanciato loro un messaggio di speranza. 

 

Altre notizie | Archivio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Oristano
Via Carducci, 23/25 - 09170 Oristano
tel. +39 0783 21431 - fax +39 0783 73764
C.F 80030090957 - P.Iva 01083280956
segreteria.generale@or.camcom.it - cciaa@pec.or.camcom.it
IBAN IT32 N083 6217 4000 0000 0033 000 - BIC ICRAITRRA20
C/C postale 19228097

Vai su